Le nuove regole COVID per la sicurezza nelle scuole



Raggiungere il massimo livello di sicurezza e tranquillità nelle scuole, è uno degli obbiettivi principali del Ministero dell’istruzione.

Studenti e genitori hanno bisogno di ritrovare l’equilibrio perduto, così da concentrarsi sullo studio e sull’apprendimento senza eccessive preoccupazioni.


Le nuove norme Covid presentate dal Ministro Patrizio Bianchi, hanno esattamente questo scopo: aiutare le scuole a tornare alla normalità.


Guardiamo nel dettaglio quali sono le indicazioni per ciascuna fascia scolastica, così da sapere sempre come comportarsi.


Scuola dell’Infanzia


Fino a quattro casi di positività registrati all’interno della classe, gli studenti possono continuare a svolgere l’attività didattica in presenza. E’ richiesto ai docenti l’utilizzo di mascherine FF2 di sicurezza fino a dieci giorni dopo la data di accertamento dell’ultimo caso positivo.


Gli studenti devono effettuare un test - antigenico rapido o molecolare - così da accertarsi che non ci siano altri casi “nascosti”.


Se si raggiungono i cinque casi di positività, l’attività didattica viene sospesa per cinque giorni, e si rientra con un test negativo.


Scuola Primaria


Fino a quattro casi di positività registrati, gli studenti possono continuare a svolgere l’attività didattica in presenza. Questa volta, la mascherina FFP2 dovrà essere indossata sia dagli insegnanti che dai bambini di età superiore ai 6 anni.


Così come per la scuola dell’infanzia, anche in questo caso è richiesto agli studenti di effettuare un test per accertare la negatività o positività.


Raggiunti i cinque o più casi di positività, l’attività didattica prosegue in presenza per coloro che hanno concluso il ciclo di vaccinazione. Gli studenti non vaccinati, invece, dovranno seguire in DAD.


Scuola Secondaria


Fin dalla prima registrazione di un caso di positività all’interno della classe, agli studenti e ai docenti è richiesto di indossare la mascherina FFP2.

Potranno continuare a seguire l’attività didattica in presenza coloro che hanno completato il ciclo vaccinale o sono guariti da meno di 120 giorni.


E’ comunque richiesto a tutti i membri della classe di effettuare un test antigenico rapido o molecolare, così da accertare eventuali altri casi di positività.





2 visualizzazioni0 commenti