Docenti soprannumerari, come presentare domanda di mobilità


I docenti soprannumerari - coloro che si trovano in coda rispetto alla graduatoria - hanno il diritto di presentare domanda di trasferimento.


In questi casi, parliamo di due tipi diversi di domanda: volontaria o condizionata.


Con la domanda volontaria, il docente può esprimere le proprie preferenze di trasferimento nell’ordine che preferisce, partecipando alla mobilità con il punteggio di soprannumerario (non sono previste precedenze di nessun tipo).

Inoltre, perde il diritto al rientro con precedenza nella scuola di ex-titolarità e, in seguito al trasferimento, perde tutto il punteggio di continuità maturato nella scuola.


Con la domanda condizionata, il docente ha il dovere di esprimere le proprie preferenze in base a specifiche regole e imposizioni. In questo modo, riesce a mantenere il diritto al rientro con precedenza nella scuola di ex-titolarità.


Le regole da seguire, variano a secondo della condizione del docente al momento della richiesta. In particolare, si distinguono due casi specifici:


- docenti dichiarati soprannumerari in un anno scolastico precedente rispetto a quello di presentazione della domanda

- Docenti dichiarati soprannumerari nell’anno scolastico in cui viene presentata la domanda


La distinzione dei due casi


Per spiegare come presentare domanda di mobilità in qualità di docente soprannumerario, partiamo dal primo caso (docenti dichiarati soprannumerari in un anno scolastico precedente rispetto a quello di presentazione della domanda).


Il docente che si trova in questa specifica situazione, dovrà esprimere come prima preferenza la scuola nella quale è stato dichiarato soprannumerario - dove chiede il rientro con precedenza.

In base all’articolo 13 del CCNI, la precedenza è valida per otto anni, nei casi in cui la domanda condizionata per rientro nella scuola viene presentata ogni anno.


Quando, invece, il docente viene dichiarato soprannumerario nell’anno di dichiarazione della domanda, la situazione cambia leggermente.

Il docente risulta ancora titolare nella scuola e, di conseguenza, non potrà inserirla come preferenza nella domanda di trasferimento.


Tuttavia, se è intenzionato a rimanere nella scuola, potrà compilare la sezione specifica nel modulo di domanda e selezionare la casella relativa al “voler rimanere nella scuola”.

E’ infatti autorizzato, a chiedere l’annullamento della domanda di trasferimento se nella scuola dovesse liberarsi un cattedra.




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti