Come funziona la Graduatoria Interna d’Istituto, le voci previste



Come previsto dalla normativa, anche quest’anno verrà richiesta ai docenti la compilazione della graduatoria interna d’istituto.

Il punteggio di tale graduatoria, viene calcolato in base ad alcuni elementi fondamentali, presenti nella tabella di valutazione allegata al CCNI sulla mobilità.


Insieme, scopriremo come viene calcolato il punteggio e quali sono le voci presenti nella tabella, così da comprendere meglio questa procedura interna.


Ricordiamo, che sono tenuti a presentare domanda di punteggio per l’accesso in graduatoria tutti i docenti di ruolo con titolarità nella scuola o con incarico triennale. Lo stesso, vale anche per chi ha intenzione di presentare la domanda per la mobilità provinciale o interprovinciale, per i docenti in assegnazione provvisoria, e per i docenti appena immessi in ruolo.


La tabella dei punteggi


La tabella dei punteggi della graduatoria interna di istituto, comprende tre voci: anzianità di servizio, esigenze di famiglia e titoli generali.


La voce che riguarda l’anzianità di servizio calcola i punteggi in riferimento a:


- servizio nel ruolo di appartenenza

- servizio in altro ruolo

- servizio pre-ruolo

- punteggio di continuità

- bonus di 10 punti


La secondo voce riguarda, invece, le esigenze di famiglia. Ci si riferisce a tutte le situazioni per cui il docente non ha la possibilità di allontanarsi dalla scuola o dal comune di attuale titolarità, perché ha il dovere di assistere un parente o un coniuge.


I punteggi di questa voce fanno riferimento:


- al ricongiungimento con il coniuge, valido nei casi in cui il familiare risiede nel comune in cui il docente è titolare.

- alla responsabilità dei figli, considerando il compimento dei 6 anni o dei 18 anni entro il 31 dicembre dell'anno in cui si effettua il trasferimento.

- alla cura e l'assistenza dei figli minorati, valida quando il comune in cui si presta l'assistenza coincide con quello di titolarità del docente.


L’ultima voce, quella che riguarda i titoli generali, prevede l’associazione di un determinato punteggio in base ai titoli accumulati ed ottenuti dal docente al momento della presentazione della domanda.




9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti