Nuovo Concorso Straordinario Bis, tutti i requisiti d’accesso richiesti



Lo scorso 15 marzo, il Ministero ha presentato ai sindacati una bozza del futuro “concorso straordinario bis”, previsto per aprile 2022.


Il testo non è ancora stato pubblicato ufficialmente - si tratta infatti di una bozza - ma ci permette di identificare alcuni elementi fondamentali.

Dei cambiamenti potrebbero interessare il documento prima della pubblicazione, ma le linee guida resteranno pressoché intatte.


In base a quello che sappiamo fino ad ora, questa è la timeline prevista:


- Pubblicazione del bando ad aprile 2022

- Blocco di 30 giorni per la presentazione della domanda su istanze online

- Creazione delle commissioni di giudizio

- Convocazione dei candidati

- Prova orale in data 15 Giugno

- Assegnazione di un contratto a tempo determinato per i vincitori (con inizio 1° Settembre 2022)

- Anno di prova e formazione nell’anno scolastico 2022/2023

- Assunzione a tempo indeterminato a partire dal 1° settembre 2023


Requisiti necessari all’accesso


Com’è facile immaginare, l’accesso al concorso porta con sé una serie di requisiti da rispettare.


In particolare, bisognerà essere in possesso di un’abilitazione specifica o di un titolo di accesso alla specifica classe di concorso.

Bisognerà non essere beneficiari di un contratto a tempo determinato (finalizzato all’immissione in ruolo) e bisognerà aver svolto un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni.


— Nota: gli anni verranno calcolati a partire dal 2017/2018 e potranno anche non essere consecutivi —


Infine, sarà necessario che almeno uno dei tre anni risulti direttamente connesso alla classe di concorso per la quale si richiede di partecipare.


Una volta pubblicato il bando ufficiale, previsto entro il mese di aprile, i richiedenti avranno a disposizione 30 giorni di tempo per compilare la domanda.

Trascorso questo lasso di tempo, le commissioni convocheranno i docenti e si occuperanno personalmente di identificare i più adatti al conseguimento del contratto a tempo indeterminato. Buona fortuna!




7 visualizzazioni0 commenti